Il futuro dell’URB

Biobanca e Laboratorio per la crioconservazione di materiale biologico

Cos’è la Biobanca? Un “Biorepository”, ovvero una raccolta di campioni provenienti dai tessuti emolinfopoietici (sangue periferico, midollo osseo, linfonodi, milza, o qualunque altro tessuto interessato dalla patologia ematologica neoplastica) nonchè di liquidi/tessuti biologici umani, patologici e normali corredati da precise informazioni cliniche.

La realizzazione di una “Biobanca” è un obiettivo fondamentale per l’URB di Aprigliano: si tratta infatti di uno strumento imprescindibile per l’ematoncologia e la medicina post genomica che prevede lo sviluppo di:

– metodiche di diagnosi precoce non invasive
– terapie personalizzate e mirate a specifiche pathways che determinano lo stato neoplasticolaboratorio-inscientiafides-2

Le finalità di una tale raccolta di materiale biologico, strutturata ed organizzata, sono rivolte alla ricerca scientifica, ma hanno anche importanti risvolti di tipo clinico diagnostico per i soggetti donatori e per la partecipazione a trials clinici controllati. Si tratta, cioè, di progettare una unità di servizio alla ricerca, che si ritiene imprescindibile per il futuro sviluppo della ricerca clinica in campo ematoncologico e che, rappresenterà un sicuro stimolo alla crescita culturale e tecnologica a livello locale, permettendo, contestualmente, interazioni con altre istituzioni accademiche, ospedaliere o industriali a carattere biotecnologico a livello Nazionale ed Internazionale.