attività diagnostica

I laboratori dell’ URB accettano prelievi di pazienti ricoverati e/o ambulatoriali afferenti all’U.O.C. di Ematologia dell’Ospedale Annunziata di Cosenza dal territorio ed altre realtà cliniche regionali. L’attività diagnostica consiste sostanzialmente nella lettura e refertazione di formule leucocitarie, aspirati midollari e citocentrifugati per la diagnosi ed il monitoraggio morfologico di patologie ematoncologiche e non. IMG_0523

La diagnostica avanzata di II° livello si effettua principalmente su prelievi di sangue periferico, aspirati midollari e, più raramente, su altri organi linfoemopoietici, quali i linfonodi e la milza, nonché su prelievi di siero e di liquidi provenienti da rachicentesi e liquidi pleurici e ascitici.Essa può sostanzialmente essere suddivisa in tre principali attività: citomorfologia, citofluorimetria e biologia molecolare. Tale attività ebbe inizio nel 2009, quando il laboratorio di ematologia fu istituito presso la struttura dell’UOC di Ematologia all’Ospedale Annunziata di Cosenza.

L’attività diagnostica di Biologia Molecolare, invece, per la ricerca e la determinazione quantitativa di mutazioni e traslocazioni di geni per la diagnosi di leucemie acute, sindromi mieloproliferative (croniche e non) e sindromi linfoproliferative  utilizza le seguenti tecniche:

– Isolamento di sottopopolazioni cellulari da sangue venoso periferico e midollare
– Estrazione e conservazione di DNA e RNA da prelievi di midollo osseo e sangue periferico
– PCR e RT-PCR qualitativa e quantitativa
– High Resolution Melting per lo screening di mutazioni
– Sequenziamento capillare per la valutazione di specifiche mutazioni
– Colture cellulari
– Next Generation sequencing (2015)
– Analisi di frammenti (2015)
– Mappe bi-dimensionali (2015)
– Laboratorio di Colture Cellulari

 

Inoltre, la struttura è fornita di un laboratorio attrezzato, dedicato alle colture cellulari nel quale si utilizzano le seguenti tecniche:

– Isolamento e criopreservazione di cellule mononucleate da sangue periferico e midollare
– Selezione immunomagnetica di sottopopolazioni cellulari emopoietiche
– Colture cellulari a breve termine di cellule primarie (attività citogenetica e FISH) e linee cellulari in presenza/assenza di molecole ad attività biologica per lo studio del ruolo patogenetico di geni candidati (attività di ricerca).IMG_0527

 

Dall’inizio del 2016 l’Unità di ricerca Biotecnologica di Aprigliano offre un servizio di Citogenetica oncoematologica per la stratificazione prognostica e diagnostica di pazienti affetti da neoplasie ematologiche. Nell’anno 2016 verrà ampliata l’offerta di sonde per effettuare una diagnosi avanzata di II livello e stratificazione di prognosi per particolari sottogruppi di pazienti.

 

La struttura è fornita, infine, di un laboratorio attrezzato dedicato all’analisi di proteine sieriche per la valutazione della proteina transtiretina (TTR) e per la valutazione di profili proteici alterati in campioni di CLL e MDS.

Per avere informazioni più dettagliate sull’attività diagnostica dell’URB potete scaricare il file word.

AttivitàDiagnosticheURB

Particolare attenzione va posta alla diagnostica e al follow-up molecolare nella leucemia mieloide cronica (LMC). E’ noto infatti che con l’utilizzo degli inibitori della tirosino-chinasi, la prognosi di questa patologia è cambiata significativamente con una sopravvivenza a 10 anni di circa il 95% dei casi.
Considerando che al momento i pazienti devono effettuare un follow-up molecolare a vita, si deduce come sia atteso un incrementante numero di casi che debbono essere seguiti nel tempo da un punto di vista molecolare. L’analisi molecolare sia qualitativa che quantitativa del riarrangiamento genico BCR-ABL. Il test è fondamentale per un follow-up adeguato dei pazienti affetti da LMC in trattamento con inibitori delle tirosino-chinasi. Le linee guida ELN (European Leukemia Net) in questi pazienti prevedono infatti la determinazione quantitativa su sangue periferico ogni 3 mesi.

Il laboratorio è membro del network LabNet dal quale ha ottenuto il fattore di conversione per uniformarsi alla scala di valutazione annuale del trascritto BCR-ABL e i nostri biologi partecipano ai corsi di aggiornamento annuali, e verifiche di qualità e stabilità del risultato. Il laboratorio è pertanto in grado di fornire i risultati dell’analisi in accordo alla International Scale (IS).
Il laboratorio di biologia molecolare dell’URB ha centralizzato anche i campioni di pazienti affetti da LMC della UOC di Ematologia di Catanzaro, a seguito di una convenzione con l’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, attivata dal 2012-2014.

Di seguito è possibile scaricare la certificazione LabNet rilasciata al Laboratorio.

LabNet