Parlano i Fondatori

” … ad Amelia, come a tanti nostri concittadini e corregionali, è toccata l’amara drammatica esperienza della malattia ematologica grave, il cui nome mette ancora paura: Leucemia Mieloide Acuta. Da giugno del 1998, otto mesi di sofferenze, di speranze e di disillusioni, in un alternarsi di viaggi e ricoveri lontani da casa, con tutto ciò che comporta questo tipo di situazioni. A quasi dieci anni di distanza, la capacità e la volontà di un ottimo ematologo, il dr. Fortunato Morabito, rende realizzabile, insieme agli sforzi della Direzione Generale della Azienda Ospedaliera di Cosenza, la nascita di una Fondazione con lo scopo ambizioso di creare una Ematologia di eccellenza nella nostra città.”

Giovanni Nicotera, marito della compianta Amelia Scorza e socio fondatore.

 

 

 

” ... Fortunato Morabito ha voluto fortemente, per Cosenza, una Ematologia d’Eccellenza. Ha voluto una Ematologia capace di garantire a quei pazienti affetti da patologie ematologiche la certezza di poter ricevere le stesse cure e prestazioni erogate nei migliori Centri Ematologici, già presenti in altre parti d’Italia. Io, da cosentina, ho voluto e continuo a volere che i pazienti affetti da questo gruppo di patologie possano avere la serenità di potersi curare a casa propria, senza dover peregrinare verso Centri di cura maggiormente qualificati, la cui ricerca, a volte, rischia di essere più faticosa e mutilante della malattia stessa. 

La nostra Ematologia oggi è una realtà, sempre protesa verso standard di cura più elevati e qualificanti.

E oggi, che la FAS è divenuta sezione territoriale AIL per la provincia di Cosenza, possiamo fare molto, molto di più anche sul territorio. E questo grazie al dr. Morabito, all’AIL Cosenza FAS, ai nostri partner istituzionali, ai medici e, soprattutto, ai volontari che ci sostengono. Senza di loro, tutto questo non sarebbe possibile.

 

Ornella Nucci, avvocato, Presidente della FAS