Premio ad AIL Cosenza FAS: è “EmatoClick” la migliore applicazione per pazienti ematoncologici


E’ prestigioso il premio che AIL Cosenza FAS ha ricevuto viagra pas cher dalla Gilead Sciences, società biofarmaceutica che si occupa della scoperta, dello sviluppo e della commercializzazione di terapie innovative in aree dove i bisogni di assistenza medica non sono soddisfatti.

Per l’area ematoncologica il progetto “Ematoclick: un nuovo APProccio comunicativo” (sviluppato da AIL Cosenza FAS in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera di Cosenza (dipartimento Ematoncologico), il CNR di Reggio Calabria, e, per la parte informatica, l’azienda 7Bit2) ha convinto la commissione e ha vinto il premio Digital Health Program 2016. La Gilead attraverso questo bando ha messo a disposizione risorse economiche per l’ideazione e la realizzazione di progetti di Digital Health, ovvero servizi e strumenti che, attraverso le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, siano finalizzati a migliorare l’outcome, la qualità di vita e l’assistenza terapeutica dei pazienti affetti da veri tipi di malattie fra le quali quelle ematoloncologiche.ail

Secondo la commissione l’applicazione ideata e presentata da AIL Cosenza FAS può davvero essere d’aiuto ai pazienti con la raccolta, archiviazione e quindi successiva fruizione delle informazioni relative alla diagnosi, alle terapie, ai ricoveri e alla storia clinica in generale. Chi è malato (o è familiare di un malato) sa bene quanto possa essere stressante raccogliere, ordinare e recuperare (quando servono) analisi, referti, prescrizioni mediche e quant’altro. Un’applicazione come EmatoClick può davvero migliorare la qualità della vita di un paziente ematoncologico perché trasferisce in un dispositivo elettronico sempre a disposizione una sorta di cartella clinica virtuale e sempre aggiornata. Questo è quello che evidentemente hanno pensato quelli della Gilead che hanno voluto premiare questa idea innovativa, nata, come tutto quello che fa AIL Cosenza FAS, dalla volontà di aiutare i malati ematoncologici e le loro famiglie ad affrontare al meglio la malattia e le sue implicazioni.

“Una soddisfazione grande, una conferma che è un’iniezione di fiducia per noi”. Queste le parole del Presidente di AIL Cosenza FAS, l’Avvocato Ornella Nucci. “Un traguardo che dice che stiamo andando nella direzione giusta – ha continuato il Presidente – e che dobbiamo solo continuare così, cercando di migliorarci, nell’interesse esclusivo dei malati e dei loro familiari, perché la tecnologia è un aiuto importante e noi sappiamo come avvalercene.”